• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
 

Ricostruito magazzino MAV Ceramica Sant'Agostino - A.S.P.Energia Direzione Lavori

La Ceramica Sant'Agostino ha aperto le porte del nuovo magazzino autoportante verticale (MAV), in ricostruzione dopo il sisma che ha colpito la Regione Emilia Romagna nel 2012.

Il nuovo Magazzino Autoportante Verticale è stato concepito con una struttura e una funzionalità fortemente innovative ed è stato realizzato interamente con acciaio strutturale. Per A.S.P. Energia un evento molto significativo, in quanto il dott. Ing. Gianluca Loffredo, vice Presidente dell’Associazione, è alla Direzione Lavori dell’importante opera.

L'innovativa concezione progettuale e la perizia costruttiva che caratterizzano il MAV della Ceramica Sant'Agostino ne fanno un caso "studio":

-  capacità complessiva di 18.852 posti pallet su 13 livelli
-  2.400 tonnellate di acciaio strutturale: laminati mercantili, travi e tubolari in classe S355JR zincati a caldo
-  8.700 mq di rivestimenti di parete in pannelli sandwich.


L'evento sismico che ha interessato la Regione Emilia Romagna, territorio cardine per l'economia italiana, ha colpito forse per la prima volta nella storia recente un'area fortemente industrializzata, mettendo a nudo le debolezze tecnologiche e normative di una serie di opere di ingegneria di cui i magazzini automatici verticali costituiscono le realizzazioni di maggiori dimensioni, causando purtroppo in alcuni casi, eventi di collasso globale con conseguente blocco delle attività produttive e perdita di prodotti, con un impatto economico ingente per le aziende coinvolte.

A seguito del sisma, lo stabilimento della Ceramica Sant'Agostino, azienda specializzata nella produzione di rivestimenti e pavimentazioni in gres porcellanato, ha subito gravi danni, rendendo necessaria la realizzazione, in sostituzione del precedente reso inutilizzabile, di un nuovo magazziono verticale. Questo magazzino automatico verticale rappresenta certamente un sistema  avanzato di logistica, in cui lo stoccaggio intensivo delle merci, in questo caso piastrelle, avviene tramite una struttura autoportante che si sviluppa in verticale ed un gruppo di traslo-elevatori comandati da remoto ha il compito di prelevare le merci dalla zona di handling (preparazione del bancale), disporre il bancale nella cella assegnata e di riprendere la merce per l’invio alla filiera dei trasporti. IL MAV di Sant’Agostino rappresenta un esempio all’avanguardia nell' innovazione, in cui si coniuga un processo integrato del progetto e della realizzazione (esempio di BIM) con la meccatronica avanzata.

Il dott. ing. Gianluca Loffredo, titolare di ArchLiving e vice Presidente di A.S.P. Energia, alla Progettazione e Direzione Lavori del Progetto, ha evidenziato in particolare il consumo "zero" di ulteriore suolo attraverso il riutilizzo della fondazione su cui insisteva il MAV crollato, la progettazione secondo le normativa antisimica, l'approccio manageriale al processo di gestione del progetto.

Nonostante si trovasse di fronte ad un evento psicologico così devastante, la committenza ha creduto in un progetto così innovativo con una lungimiranza che ha avuto pochi riscontri negli imprenditori del "cratere" del terremoto.

E' stata poi determinante la proficua collaborazione con il mondo accademico, in particolare con l’università di Pisa nella persona del prof. ing. Walter Salvatore consulente alla progettazione e alla direzione lavori e con l’università di Ferrara nelle persone del professor Tralli e del professor Tullini per l’ideazione e la gestione delle prove di laboratorio.

Allo stato attuale sono occorse 3.700 ore di progettazione costruttiva, 45 chilometri di saldature in officina, per un totale di 20.000 ore, 30 persone in cantiere e 12 mesi di lavoro che a breve vedranno il completamento dell’edificio. Leggi il resconto completo.

A conclusione di una giornata intensa e molto interessante, l'Assessore ha ricordato le fasi salienti delle attività Regionali che hanno portato alla ricostruzione dopo i disastrosi effetti del sisma del 2012, tra cui la precedenza data alle scuole e alle imprese, in un quadro di priorità che vedevano il massimo interesse per gli studenti e per le attività produttive. Il commissario Vasco Errani era stato categorico: vietato fermare la produzione e massimo impegno per cercare di trattenere sul territorio le Multinazionali e gli Imprenditori così strategici per la ripresa. Un cenno anche alla "vincente" possibilità  della digitalizzazione del processo di presentazione delle domande di contributo attraverso il portale Sfinge: si pensi alle tonnellate di carta evitate, al loro stoccaggio, agli innumerevoli viaggi informativi e di confronto, se si fosse tenuto un approccio tradizionale al tema.

 

Agenda eventi

 ◄◄  ◄  ►►  ► 
MAGGIO 2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31